22 luglio, 2014

E' FAT BIKE MANIA, ORA ARRIVA ANCHE BOTTECCHIA

 

Lo avevamo già detto in precedenti articoli che quest'anno c'è la febbre daFat Bike tra i produttori di mountain bike e dunque il fatto di vedere una bici con i copertoni con il diamentro di 4.0 non ci ha stupito.

 

 

Il telaio è realizzato utilizzando l'alluminio 6061 a doppio spessore ed è stato progettato per l'utilizzo delle ruote tradizionali da 26 pollici.

 

 

Il prototipo esposto montava copertureVee Rubber modello Mission conbattistrada da 4 pollici.

 


 


 

Adotta un movimento centrale BSA da 68mm, serie sterzo semi integrata da 1'' 1/8, nella taglia M (grezzo) pesa circa 2.300 grammi.

 

 

Il prototipo montava il deragliatore anteriore Shimano XT e una guarnitura Suntour XCM.

 

 

Sarà disponibile nella colorazione nero opaco, non si conosce ancora il prezzo.

 

 

A livello grafico, sul tubo orizzontale troviamo la scritta American Fat Bike mentre in prossimità della serie sterzo troviamo stilizzata un aquila bianca, protetta da uno scudo che ricorda un pò i colori della bandiera degli Stati Uniti.

 

 

Per quanto riguarda invece il settore cross country marathon, il modello top di gamma di Bottecchia, ossia laZoncolan, sarà proposta anche con il cambio elettronico Shimano XTR Di2 ma è prevista anche una versione dotata di una forcella rigida.

 Infine Bottecchia informa che per cercare di arginare il fenomeno sempre più frequente dei furti di biciclette, inserirà all'interno dei telai un chip elettronico.

Aldo Bertoni

17 luglio, 2014

VECIA FEROVIA DELA VAL DE FIEMME UN TRENO DI PREMI DA NON PERDERE

Da lontano se ne ode lo sbuffante incedere. È il treno di...bikers de La Vecia Ferovia dela Val de Fiemmeche tra meno di tre settimane salteranno in centinaia in sella alla storica manifestazione tra le Dolomiti trentine. L'edizione numero 18 della marathon in fuori strada decollerà daOra (BZ) il 3 agosto prossimo e dopo essere risalita tra gallerie, viadotti e vecchie stazioni approderà a Molina di Fiemme con 41 km totali nelle gambe.

 

 

È il tragitto tradizionale, con qualche leggera miglioria rispetto agli anni passati, che un tempo era ferrato e dalla Val d'Adige portava fino nel cuore della Val di Fiemme. Oggi è preda di amanti degli sport outdoor, di chi ama le passeggiate e delle mountain bike in particolare, tant'è che la "Vecia Ferovia" è tra gli eventi più affollati d'Italia con partecipanti che arrivano da ogni angolo d'Italia e dall'estero.

 

Oltre all'agonismo di una competizione vera e al divertimento che non manca mai, gli organizzatori della Polisportiva Molina di Fiemme intendono quest'anno dispensare un ricco montepremi che farà la felicità di tanti, a cominciare dalle società più numerose (sia regionali che extra-regionali) che potranno godersi un rilassante soggiorno soft all inclusive di 7 giorni per due persone in Calabria. Al secondo team in graduatoria come numero di concorrenti in gara, anche in questo caso sia regionali che provenienti da fuori Trentino Alto-Adige, sarà assegnata una fiammante mountain bike Olympia. I terzi classificati di questa speciale classifica sulle presenze si aggiudicheranno un fine settimana per due persone in Umbria in occasione della 3.a prova Bike Tour Vecchie Ferrovie 2014 oppure un week-end in Sicilia, sempre per due persone, in concomitanza della 2.a gara del medesimo circuito, di cui La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme è primo step. Umbria o Sicilia a seconda della provenienza della squadra.

 

Sfogliando l'elenco premi per quanto riguarda invece i classificati al traguardo, escludendo i riconoscimenti in denaro, si parte da skipass stagionali per la prossima stagione sciistica e si passa per e-bikes Frisbee, mountain bikes Olympia, rulli per allenamento indoor, skiroll per...sciare su strada e ancora skipass settimanali e premi in natura.

 

 

Tra tutti i partecipanti, inoltre, si sorteggerà un soggiorno di 4 notti per 2 persone in albergo a 3 stelle a Praga offerto dalla Viaggi Swissar di Salorno. Lungo i 41 km di gara ci saranno momenti chiave per quanto riguarda ancora una volta i premi, dove i primi si porteranno a casa riconoscimenti in natura e denaro (Traguardo Volante Pinzano - km 11,7), una forma di formaggio Lagorai (GPM San Lugano - km 27,4), ancora premi in denaro e una maglia sportiva (T.V. Segheria Berti vecchia stazione Castello - km 31,5) e un orologio Locman (Cronoscalata Muro della Pala - km 34).

 

La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme è la 5.a prova del noto circuito Trentino MTB presented by crankbrothers, si svolge dopo la Lessinia Bike del 27 luglio e anticipa le ultime due gare, ovvero la Val di Sole Marathon del 31 agosto e la 3T Bike del 5 ottobre.

 

Nel pomeriggio di sabato 2 agosto i giovani bikers fino a 16 anni potranno cimentarsi nella "Mini Ferrovia - Trofeo Emily e Roberta" in località Pineta di Piazzol a Molina. Le iscrizioni alla "Mini" si effettuano in zona partenza prima del via e a tutti i partecipanti andranno speciali gadget personalizzati.

 

Per quanto riguarda invece le iscrizioni alla gara dei "grandi", è ancora in vigore la quota agevolata di 25 Euro fino al 21 luglio, dopodiché si passerà a 30 Euro.

 

Tutte le info su www.laveciaferovia.it

15 luglio, 2014

DOLOMITI SUPERBIKE 2014

Villabassa (BZ): Il greco Ilias Periklisha vinto la 20°edizione della Südtirol Dolomiti Superbike davanti al colombiano Leonardo Paez e al vincitore dello scorso anno Kristian Hynek della Repubblica Ceca. Nella categoria femminile si è affermata la britannica Sally Bigham che ha preceduto Elena Gaddoni e Daniela Veronesi.

 


 

Il tracciato di 119 km e 3.822 metri di dislivello quest'anno è stato percorso in senso antiorario. I concorrenti sono partiti alle ore 7:30 da Villabassa sotto un cielo limpido. Con 4700 iscritti provenienti da 36 nazioni la Dolomiti Superbike ha raggiunto un nuovo record di partecipazione. La gara maschile è iniziata con un'andatura molto elevata. Nella salita verso Prato Piazza il vincitore della scorsa edizione, Kristian Hynek, assieme al portoghese Tiago Ferreira ha imposto subito il suo ritmo, seguito da Leonardo Paez ed Ilias Periklis.

 

Nonostante una caduta nella prima discesa dove si è procurato una serie di escoriazioni, Hynek ha proseguito la gara. Nel tratto pianeggiante attraverso la Valle di Landro sono poi stati Miguel Martinez e Hannes Pallhuber a fare l'andatura e imporre un ritmo elevato. Mentre Martinez al bivio di Dobbiaco ha optato per il percorso lungo, Pallhuber ha deciso di completare il percorso corto. I favoriti, nel frattempo, non si sono fatti spaventare dall'andatura forsennata dei due battistrada.

 

 

"Conosco molto bene il percorso. - racconterà Periklis più tardi all'arrivo -Bisogna saper aspettare, perché le cose dopo tre ore cambiano". Alla fine è stato proprio così: Martinez si è dovuto ritirare al 60°km. Periklis in grande forma, ha aumentato costantemente l'andatura, ma nella fase finale di gara ha dovuto confrontarsi con i ripetuti attacchi di Leonardo Paez, rientrato nel gruppo di testa dopo un recupero in solitaria di 30 km. "Un chilometro dopo aver ripreso il gruppo di testa - ha dichiarato il colombiano - ho tentato di attaccare in salita, ma sono subito stato ripresoPoi Periklis è andato in fuga, ma io non avevo più forze a sufficienza per seguirlo.

 



Nemmeno Hynek voleva mollare la presa, ma anche il ceco era a corto di energie. Così Periklis si è imposto alla Dolomiti Superbike per la prima volta chiudendo la gara in 4 ore 38' 35'' e precedendo Leonardo Paez di 1'56''. Terzo Kristian Hynek a 4'23'' dal vincitore.

 

 

Terza vittoria consecutiva per Sally Bigham alla Dolomiti Superbike. La 36enne ha trionfato sulla distanza lunga di 119km e terminato la gara in 5 ore 41' 39''. Con un ritardo di 12' 39'' nei confronti della vincitrice è giunta al traguardo la seconda classificata, l'ex-campionessa italiana di Cross-Country e Marathon, Elena Gaddoni. Terza, staccata di 22' 25'' la campionessa italiana di maratona in carica, l'ex stradista  Daniela Veronesi (Torpado Factory team). 

 

Le prime quattro posizioni sono rimaste invariate rispetto all'anno scorso. All'inizio della gara ho fatto molta fatica a trovare il ritmo - spiega la Sally Bigham. Recentemente ero ammalata e perciò ho dovuto saltare anche il Mondiale. La prima a raggiungere Prato Piazza è stata Elena Gaddoni, con Bigham in quarta posizione. La britannica ha poi affrontato la discesa fino a Carbonin con la massima prudenza per non commettere errori e riuscendo a guadagnare qualche posizione. Nel lungo tratto pianeggiante, assieme a Daniela Veronesi, è riuscita poi ad aggregarsi ad un forte gruppo maschile fino al ristoro di Dobbiaco.

 

 

Allo stesso tempo la Gaddoni che non ha trovato un gruppo idoneo è rimasta indietro e solo a San Candido, nella salita verso il Monte Elmo è riuscita a raggiungere le due battistrada. Bigham poi ha staccato le due italiane e fatto corsa a sé. Gaddoni e Veronesi hanno pedalato insieme fino a Sesto, poi la Gaddoni ha. superato la bike della Torpado nella salita che porta alla Croda Rossa, proseguendo da sola fino al traguardo che tagliato in seconda posizione, podio completato dalla Veronesi.

 

LA 60 KM

 

Hannes Pallhuber (Silmax X-Bionic) e l'ucraina Krystyna Konvisarova sono i due vincitori della gara corsa, corsa sulla distanza di 60 km (1.688 mt di dislivello) da chi sapeva di non avere le gambe per pedalare per oltre 100 km.

 

 

Pallhuber ha concluso la gara di oggi sulla distanza corta con un tempo di 2:09.14. ?Sulla prima salita verso Prato Piazza è riuscito a stare nel gruppo di testa che comprendeva anche gli elite che proseguivano sul lungo. Alla fine della discesa, sul piano fino a Dobbiaco, Pallhuber è stato poi attaccato dal campione olimpico Miguel Martinez che però al bivio per Dobbiaco? ha poi proseguito sul lungo e Pallhuber si è trovato ad affrontare da solo la successiva salita e la parte rimanente del percorso fino al traguardo. "A dire il vero, mi ero preparato ed attrezzato per la gara lunga. Però poi ho deciso per la gara corta. Preferisco una vittoria sui 60 km invece di un buon piazzamento nei Top-Ten sui 119km", ha dichiarato a fine gara. Sul podio è stato affiancato dal 44enne master Marco Zappa (WR Compositi), giunto al traguardo con un distacco di 2' 05'' mentre il podio è stato completato dall'azzurro Daniele Mensi (Scott Racing team).

 

 

La vittoria nella categoria femminile è andata all'ucraina Krystyna Konvisarova. La 25enne di Kiev è riuscita a tagliare il traguardo di Villabassa con un tempo di 2:38.59, lasciando la 36enne Anna Ferrari di Valdagno (VI) al secondo posto con un ritardo di 3:02. Terza con un distacco di 8:21 sulla vincitrice, è giunta la 29enne svizzera Alexandra Clement di San Gallo.

 

Ricordiamo che la Konvisarova è reduce dal successo della settimana scorsa alla granfondo del Verdicchio, corsa nelle Marche.

 

Risultati: www.datasport.com

 

 

Classifica assoluta maschile 119 km

 

1. Ilias Periklis (GRE) 4:38.35,9 Team Protek 
2. Paez Leon Hector Leonardo (COL) a 1.56,7 (4) I.Idro Drain-Bianchi 
3. Hynek Kristian (CZE) a 4.23,7 Topbike Ergon Racing Team 
4. Ferreira Tiago (POR) a  4.56,8 Team Protek
5. Lakata Alban (AUT) a 9.40,4 Topeak Ergon Racing Team 
6. Huber Urs (SVI) 9.51,6 - Team Bulls
7. Longo Tony (ITA) a 12.38,2 I.Idro Drain-Bianchi 
8. Stroz Jan a 13.27,8 IVAR CS-AUTHOR TEAM 
9. Pettiná Nicholas a 13.33,9 Gruppo Sportivo Forestale 
10. Sonntag Benjamin (GER) a 14.57,9 Stan's Notubes Elite Racing

11. Hofer Franz (ITA) a 17.20,5 Scott Racing team

12. Deho Marzio (ITA) a 17.22,8 G.S. Cicli Olympia

13. De Bertolis Massimo (ITA) a 18.19,9  Team Sat System Wilier

14. Cattaneo Johnny (ITA) a 18.44,5  Team Selle San Marco Trek

15. Fontana Klaus (ITA) a 19.27,1 ASC Olang

16. Pirazzoli Mirko (ITA) a 22.28,1 FRM Factory Racing Team

17. Bettelli Pierluigi (ITA) a 23.43,7 BI&ESSE

18. Laner Andreas (ITA) a 26.13,2 H3M

 19. Gambino Alessandro (ITA) a 27.36,7 FRM Factory Racing Team

20. Costa Walter (ITA)  a 28.24,4 Selle San Marco Trek


Classifica assoluta femminile 119 km

 

1. Bigham Sally 1978 GB-Poole, Dorset 5:41.39,3 Topeak Ergon Racing Team

2. Gaddoni Elena 1980 Italia a 12.39,3  FRM Factory Team

3. Veronesi Daniela 1972 RSM-Serravalle a 22.25,2  Torpado Factory Team

4. Schwing Katrin  1972 D-Mosbach  a  28.31,9  Katrin Schwing - Trek Domatek

5. Mandelli Chiara 1972 I-Sarnico (BG) a 46.41,4 Valcavallina Lovato eletric Axevo

 

Classifica maschile 60 km

 

1. Pallhuber Johann - 2:09.14,1 Silmax X-Bionic Racing Team
2. Zappa Marco - a 4.32,9 WR Compositi Racing 
3. Mensi Daniele  a 6.37,9 Scott Racing Team 
4. Visinelli Rafael a 8.10,7 Torpado Racing Team 
5. Kiebacher Daniel a 8.36,9 Team Dowe Sportswear

 

Classifica femminile 60 km

 

1. Konvisarova Krystyna  Ucraina 2:38.59,9 
2. Ferrari Anna a 3.02,9  Team Corratec Keit
3. Clement Alexandra (SVI) a  8.21,6 HINTERFORST TEAM 
4. Giovanniello Martina  a 10.06,2 Torpado Factory Team 
5. Marunde Regina (GER) a 10.22,6 FI'Zi:K TI:M


14 luglio, 2014

Mavic Crossmax ST

Ottimo bilanciamento tra qualita’ richieste in salita e requisiti per affrontare le discese. 

All’interno della famiglia Crossmax le ST sono le ruote piu’ indicate per il trail biking evoluto: offrono un ottimo bilanciamento tra qualita’ richieste in salita e requisiti per affrontare le discese. Sono disponibili nella sezione 26 e 29 pollici; nel primo caso il peso della coppia e’ di 1590 grammi. In particolare troviamo un cerchio in lega Maxtal con giunzione Sup e sistema di inserimento dei raggi Fore, entrambi standard di proprieta’ Mavic. La tipologia del cerchio e’ UST Tubeless, con larghezza interna di 19 mm.» www.mavic.com

VAL GARDENA HERO XCO: IL BIS DI GERHARD KERSCHBAUMER

È Gerhard Kerschbaumer a vincere la VAL GARDENA HERO XCO che si è svolta questa mattina a Monte Pana nel comune di Santa Cristina. La Rabensteiner domina nella classifica femminile. La VAL GARDENA HERO XCE di ieri e il cross country di oggi come eventi collaterali dei Campionati Mondiali UCI Marathon di mountain bike nel giugno 2015. L’organizzazione della Sellaronda HERO: «Sarà una settimana mondiale con le gare XCE e XCO come antipasto iridato».

Santa Cristina (BZ): Nella mountain bike la prova cross country  è la gara regina, perché da quasi due decenni è nel programma olimpico. Ecco perché nella Val Gardena Hero XCO di questa mattina c'era tanto interesse per una manifestazione che serve ai quadri federali per analizzare il movimento in vista degli impegni a cinque cerchi.

 

 

A salire sul gradino più alto del podio nella categoria Élite è stato Gerhard Kerschbaumer del team I. Idro Drain Bianchi che lungo i 20 chilometri del percorso ha respinto gli attacchi diAndrea Tiberi della formazione FRM Factory Racing Team e terzo classificato Ivan Alvarez Gutierrez della squadra Team Selle San Marco-Trek.

 

 

Nella classifica femminile successo di Lisa Rabensteiner della squadra Focus XC Italy Team che ha lasciato la piazza d'onore a Anna Oberparleiter del Carraro Team-Trentino e terza classificataDenise Meraner della squadra Dynamic Bike Team.

«Con la gara VAL GARDENA HERO XCE di ieri a Ortisei e la competizione cross country qui a Santa Cristina, la Val Gardena sottolinea sempre più la propria vocazione naturale per la pratica della mountain bike, - dichiarano gli organizzatori - dove la Sellaronda HERO rappresenta il culmine dell'offerta agonistica del nostro comprensorio e che raggiungerà l'apice il prossimo anno con i Campionati Mondiali UCI Marathon».

 

 

Una settimana iridata che inizierà nel fine settimana del 20 e 21 giugno con le gare XCE e XCO e si concluderà con la Südtirol Sellaronda HERO sabato 27 giugno.

Classifica VAL GARDENA HERO XCO 2014

 

Open Uomini


1. Gerhard Kerschbaumer - I. Idro Drain Bianchi - 1:04'58''0
2. Andrea Tiberi - FRM Factory Racing Team - 1:05'21''5
3. Ivan Alvarez Gutierrez - Team Selle San Marco-Trek - 1:08'05''4
4. Fabian Rabensteiner - Focus XC Italy Team - 1:08'14''9
5. Giuseppe Lamastra - Carraro Team-Trentino - 1:09'03''7
6. Nadir Colledani - Team Selle San Marco-Trek - 1:09'26''8 (Under 23)
7. Matteo Olivotto - Sunshine Racers ASV Nals - 1:09'49''1 (Under 23)
8. Omar Lombardi - Titici LGL Pro Team - 1:10'01''9
9. Andrea Righettini - Focus XC Italy Team - 1:10'09''2 (Under 23)
10.Michael Pesse - Bi&Esse - 1:10'09''7

11. Mattia Penna - Bi&Esse - 1:11:14

12. Martino Fruet - L'Arcobaleno Carraro - 1:12:31

13. Beltain Schmid - Focus XC Italy team - 1:13:23

14. Elia Silvestri - Full Dynamix - 1:14.33

15. Federico Barri - Titici LGL Pro team - 1:14:51

16.



Élite Donne


1.    Lisa Rabensteiner - Focus XC Italy Team - 1:06'27''9
2.    Anna Oberparleiter - Carraro Team-Trentino - 1:16'04''7
3.    Denise Meraner - Dynamic Bike Team - 1:25'28''0

 

Photo: COMetaPRess/Brena/Canon

 

Altri risultati

 

DONNA ESORDIENTE 1° ANNO

1 PALLHUBER GRETA ASC OLANG 23.21,7

2 HELL ANNALENA TEAM GREEN VALLEY +2.38,1

3 PERNTER MIRIAM ORANGERTEUFEL TEAM +4.00,1 

 

DONNA ESORDIENTE 2° ANNO

1 RAINALTER MARA ASV KORTSCH RAIFFEISEN SEKT.RAD 22.25,4

2 AICHNER KRISTIN A.S.V. ST.LORENZEN RAD +20,2

3 ROSSI ANITA A.B.C. EGNA NEUMARKT +44,2

4 GILIOLI MARIANNA ANGELICA TEAM BARBA A.S.D.  +5.46,6

5 INNEREBNER JULIA A.S.C.SARNTAL RAIFFEISEN/RAD +6.10,3

 

ESORDIENTE 1° ANNO

1 KERSCHBAUMER STEFAN A.S.V. ST.LORENZEN RAD 20.17,6

2 ELLECOSTA PATRICK A.S.V. ST.LORENZEN RAD  +34,9

3 AUER HANNES A.S.V. ST.LORENZEN RAD +48,8

4 OBEREGGER MATTHIAS ASC OLANG  +1.13,7

5 MAIRHOFER MATTIA ASC OLANG +2.49,1

6 PERATHONER ABEL ASV RODES GHERDEINA  +7.01,4

 

ESORDIENTE 2° ANNO

1 TOCCOLI ZACCARIA CARRARO TEAM - TRENTINO 17.18,7

2 ALBER HANNES ASC TIROLER RADLER BOZEN  +27,8

3 DENICOLO DANIEL A.S.V. ST.LORENZEN RAD  +1.09,5

4 HASELRIEDER FLORIAN ASC TIROLER RADLER BOZEN +1.31,1

5 PLANKENSTEINER ALEX SSV PICHL GSIES RAIFFEISEN +1.34,6

6 TODESCO GABRIEL DYNAMIC BIKE TEAM +1.48,9

7 WALDNER NIKLAS SC MERAN ZORZI KÄLTETECHNIK +1.49,8

8 SEIWALD LUKAS SSV PICHL GSIES RAIFFEISEN +2.18,2

9 PLAICKNER SIMON ORANGERTEUFEL TEAM +2.43,1

10 LOCCISANO BEGGIO MICHELE SUNSHINE RACERS ASV NALS +2.54,5

11 TRENTIN RAFFAELE G.S. LAGORAI BIKE +3.28,9

12 LUNGER JAKOB SUNSHINE RACERS ASV NALS +3.32,7 

13 COSTA MATTEO G.S. LAGORAI BIKE +3.42,7

14 VON DELLEMANN HANNES DYNAMIC BIKE TEAM +3.43,9

15 PERATHONER LUCA ASV RODES GHERDEINA +4.14,3

15 PRINOTH JONAS ASV RODES GHERDEINA +5.43,2

16 MARIETTI ENRICO G.S. LAGORAI BIKE +5.59,8

 

DONNA ALLIEVA 1° ANNO

1 ELLECOSTA NADINE A.S.V. ST.LORENZEN RAD 22.39,8

2 KÜNIG ANNA ASC KARDAUN-CARDANO +1.02,0

3 TRENKWALDER MARTINA A.S.C.SARNTAL RAIFFEISEN/RAD  +1.53,1 

4 PASQUAZZO VALERIA G.S. LAGORAI BIKE +2.02,5

 

DONNA ALLIEVA 2° ANNO

1 JOCHER NINA DYNAMIC BIKE TEAM 21.30,7

2 LUTZ CAROLIN A.S.V. ÖTZI BIKE TEAM  +1.04,6

3 PLONER MELANIE RODES VAL BADIA RAIFFEISEN  +5.09,6

4 AMPLATZ DANIELA A.B.C. EGNA NEUMARKT +8.40,6

 

ALLIEVO 1° ANNO

1 DENICOLO STEFAN A.S.V. ST.LORENZEN RAD 30.27,3

2 CANAL ADOLFO TEAM TODESCO 31.20,6 +53,3

3 PLAIKNER STEFAN ASC TIROLER RADLER BOZEN 31.35,8 +1.08,5 

4 TABARELLI LEONARDO TITICI LGL PRO TEAM 31.36,5 +1.09,2

5 SANKTJOHANSER LUKAS SUNSHINE RACERS ASV NALS 32.34,3 +2.07,0

6 TRENTIN DAMIANO G.S. LAGORAI BIKE 32.49,0 +2.21,7

7 SEIWALD JONAS SSV PICHL GSIES RAIFFEISEN 33.14,0 +2.46,7 

8 SCHUSTER MICHAEL SSV PICHL GSIES RAIFFEISEN 35.42,6 +5.15,3 

9 DINDO DANIEL A.B.C. EGNA NEUMARKT 35.48,7 +5.21,4

10 VETTORI LUKAS A.B.C. EGNA NEUMARKT 36.49,9 +6.22,6

11 DAI CAMPI AMEDEO CARRARO TEAM - TRENTINO 37.07,9 +6.40,6 

12 EGGER THOMAS A.S.V. ÖTZI BIKE TEAM 37.53,8 +7.26,5

13 PERNTER MORITZ ORANGERTEUFEL TEAM 38.20,1 +7.52,8 

14 NUSSBAUMER JONAS A.S.C.SARNTAL RAIFFEISEN/RAD 43.21,1 +12.53,8

15 GOLLER PHILIPP ASV RODES GHERDEINA 43.41,2 +13.13,9

 

ALLIEVO 2° ANNO

1 THURNER ROLAND SUNSHINE RACERS ASV NALS 30.35,7 

2 RECHENMACHER KLAUS ASV KORTSCH RAIFFEISEN SEKT.RAD 30.39,6 +3,9

3 PLAIKNER THOMAS ASC OLANG 30.53,4 +17,7

4 KOMPATSCHER JAKOB SUNSHINE RACERS ASV NALS 31.36,3 +1.00,6 

5 OBERRAUCH FRANZ SUNSHINE RACERS ASV NALS 32.13,5 +1.37,8 1

6 SEIWALD ALESSANDRO CARRARO TEAM - TRENTINO 32.22,9 +1.47,2 

7 MAESTRI DAVIDE PEDALE FIDENTINO 33.00,0 +2.24,3

7 VANZETTA ANDREA UNIONE SPORTIVA LITEGOSA A.S.D. 33.04,6 +2.28,9

8 THEINER MARC ASV KORTSCH RAIFFEISEN SEKT.RAD 35.44,2 +5.08,5

 

DONNA JUNIOR

1 NALTER LISA ASC KARDAUN-CARDANO 1.01.16,3

2 GILIOLI VIOLA DOROTEA TEAM BARBA A.S.D. 1.07.21,4 +6.05,1

 

MASTER WOMAN

1 ATTARDI ADRIANA A.S.D. QI SPORT 1.06.04,0


ELITE SPORT

1 TAMANINI LUCA TEAM ZANOLINI BIKE PROF.ASD 1.03.00,3

2 PERATHONER DIEGO SUNSHINE RACERS ASV NALS 1.03.09,2 +8,9 

3 FLOR HELMUT A.B.C. EGNA NEUMARKT 1.05.32,6 +2.32,3 

4 BAZZECCHI EMANUELE ASD BICIPEDIA 1.05.55,7 +2.55,4 

5 DALPIAZ VALENTINO TEAM TODESCO 1.06.36,0 +3.35,7

6 MALATESTA ANDREA BICI SHOP FACTORY TEAM 1.17.52,2 +14.51,9

 

JUNIORES 

1 OBERRAUCH PAUL SUNSHINE RACERS ASV NALS 1.00.44,7 

2 GUERRI GABRIELE G.S. LAGORAI BIKE 1.00.51,4 +6,7 

3 SARAVALLE ALESSANDRO BI&ESSE 1.00.58,4 +13,7 

4 CERUTTI GREGORIO CANAVESE MTB A.S. DILETTANTISTICA 1.02.06,9 +1.22,2 

5 MATORDES NICOLO' UNIONE SPORTIVA LITEGOSA A.S.D. 1.02.56,2 +2.11,5

6 PINATO DAVIDE TEAM LAGO MAGGIORE A.S.D. 1.03.10,6 +2.25,9

7 LENZI ALBERTO G.S. LAGORAI BIKE 1.03.21,1 +2.36,4

8 LIPORACE MARCO RDR PILA BIKE 1.03.49,5 +3.04,8

9 CAPPELLI MICHELE TITICI LGL PRO TEAM 1.04.17,2 +3.32,5

10 QUAINI GIOVANNI TITICI LGL PRO TEAM 1.04.17,9 +3.33,2

11 CICUZZA TIZIANO PRD SPORT FACTORY TEAM 1.05.14,0 +4.29,3

12 GAMPER ARMIN SC MERAN ZORZI KÄLTETECHNIK 1.05.14,5 +4.29,8

13 ZOCCARATO NICOLO' S.C. BARBIERI 1.05.58,6 +5.13,9 

14 FREONI STEFANO FOCUS XC ITALY TEAM 1.06.08,4 +5.23,7

15 CERRI LUCA TITICI LGL PRO TEAM 1.08.28,6 +7.43,9

16 CALGARO GIOVANNI VELOCE CLUB TORREBELVICINO 1980 1.08.41,1 +7.56,4

17 TRUC NEHUEN CARRARO TEAM - TRENTINO 1.08.53,7 +8.09,0

18 LIEVORE DANIELE VELOCE CLUB TORREBELVICINO 1980 1.10.37,0 +9.52,3

19 SANTIFALLER STEFAN PROFI BIKE TEAM 1.11.03,4 +10.18,7

20 PELLEGRIN MICHELE UNIONE SPORTIVA LITEGOSA A.S.D. 1.12.08,3 +11.23,6

21 ABATE MATTEO MTB INCREA BRUGHERIO ASD 1.13.03,3 +12.18,6

22 HALLER FELIX A.S.V. ST.LORENZEN RAD 1.13.54,8 +13.10,1

23 WEISS DOMINIK ASC TIROLER RADLER BOZEN 1.15.19,6 +14.34,9

24 POSENATO PIETRO UNIONE SPORTIVA LITEGOSA A.S.D. -1 giro 

 

MASTER 1

1 LUNARDI PIETRO A.S.D. LUNARDI BIKE TEAM 1.08.06,6 0,0

 

MASTER 2

1 PINTARELLI IVAN TEAM BSR 1.01.43,4

2 DEL RICCIO CARMINE SUNSHINE RACERS ASV NALS 1.04.13,5 +2.30,1

3 WOHLFARTER KURT SUNSHINE RACERS ASV NALS 1.04.54,2 +3.10,8

4 COMMESSO CIRO A.S.D. QI SPORT 1.05.39,8 +3.56,4 

5 IRSARA MICHAEL RODES VAL BADIA RAIFFEISEN 1.12.57,4 +11.14,0

6 ANDREATTA ALESSANDRO SOCIETA' CICLISTICA PERGINE 1.13.45,3 +12.01,9

7 SANTACROCE LEOPOLDO ALD TEAM ZANOLINI BIKE PROF.ASD 1.15.25,9 +13.42,5

8 PERGHER MATTEO A.S.D. PELLE GREEN POLO 1.17.51,3 +16.07,9

9 SEVERINI ANDREA BICI SHOP FACTORY TEAM -1 giro

 

MASTER 3

1 PIAZZA THOMAS SUNSHINE RACERS ASV NALS 1.02.23,5

2 BALLARDINI EMILIANO TEAM TODESCO 1.05.02,1 +2.38,6

3 CHERCHI MAURIZIO 2000 RICAMBI 1.05.49,4 +3.25,9 

4 GIOTTO LUCA TEAM ZANOLINI BIKE PROF.ASD 1.09.52,9 +7.29,4

5 RISOTTO LORENZO G.S. LAGORAI BIKE 1.10.30,0 +8.06,5 

6 ARGIOLAS FEDERICO EXTREME BIKE 1.14.43,2 +12.19,7

7 BELLOMO LUCA TEAM ZANOLINI BIKE PROF.ASD -1 giro

 

MASTER 4


10 luglio, 2014

Look S Track Carbon-Ti

Compatti e leggeri garantiscono ben 460 mm2 di superficie d’appoggio. 

Al vertice della linea dei pedali off road della Look ci sono gli S Track Carbon-Ti, con corpo e deflettori in carbonio iniettato. Compatti e leggeri (122 grammi al paio) garantiscono ben 460 mm2 di superficie d’appoggio, per un trasferimento massimo di potenza.» www.lookcycle.com

08 luglio, 2014

SÜDTIROL DOLOMITI SUPERBIKE: PARATA DI STELLE AL VIA SABATO MATTINA

Villabassa (BZ) tutto è pronto per la20ª Südtirol Dolomiti Superbike. 4700 concorrenti provenienti da 40 nazioni, di cui 100 biker dell'elite mondiale, saranno al via sabato 12 luglio a partire dalle ore 7.30. Questo è un nuovo record. Gli uomini dovranno percorrere 119 km e 3.822 m di dislivello, mentre le donne saranno impegnate sui 60 km e 1.688 m di dislivello. Si preannuncia una gara emozionante, in quanto fra gli atleti di punta ci sono un Campione Olimpico, quattro Campioni del Mondo e 13 vincitori delle passate edizioni.

 

Fra i favoriti lo svizzero Urs Huber, che ha già vinto la Dolomiti Superbike per tre volte (2011, 2010, 2008). Ai Campionati Mondiali svoltisi in Sudafrica 10 giorni fa, si è classificato quarto dietro a Jaroslaw Kulhavi, Alban Lakata e Christoph Sauser. Il suo maggior rivale per la vittoria potrebbe essere l'austriaco Alban Lakata,vincitore sulla lunga distanza a Villabassa nel 2012. Nel 2010 è stato Campione del Mondo, in Sudafrica ha conquistato la sua terza medaglia d'argento in un Campionato Mondiale.Roel Paulissen, invece, è stato per due volte Campione del Mondo. Il belga spera in una vittoria nella tradizionale Superbike, dopo che qui a Villabassa, nel 2008, ha conquistato il suo primo titolo mondiale.

 

 

Anche il greco Ilias Periklis, Campione del Mondo 2012, punta alla vittoria. Al via, poi, Massimo Debertolis, oro mondiale nel 2004 e per due volte sul gradino più alto del podio della Dolomiti Superbike (2009,2007). Cercano la vittoria anche il primo classificato della scorsa edizione, il ceco Kristian Hyneke il colombiano Leonardo Paez, che ha tagliato per primo il traguardo nel 2006 e che vanta due medaglie mondiali (2006 e 2013). Nel 2005, sul gradino più alto del podio è salito la leggenda delle maratone, Marzio Deho. Nel 2003 ha vinto il francese Thomas Dietsch, nel 1999 l'italiano Yader Zoli e nel 1996 il tedesco Jörg Arenz. A causa della loro età, questi ultimi quattro atleti avranno poche chance di vittoria.

 

 

Gli addetti ai lavori seguiranno con particolare attenzione la prova del francese Miguel Martinez, Campione Olimpico di Cross-Country 2000. Dopo una breve comparsata nel ciclismo su strada, è tornato definitivamente alla mountain bike e recentemente ha vinto una maratona in Italia. Sono iscritti anche il forte danese Søren Nissen, i vincitori della Transalp, i tedeschi Karl Platt e Stefan Sahm e l'austriaco Christof Soukup. La squadra italiana sarà rappresentata tra l'altro dai Campioni Italiani Samuele Porro(2014), Tony Longo (2013) e Juri Ragnoli (2012), i quali hanno recentemente partecipato alla competizione iridata in Sudafrica. Fra gli atleti altoatesini di spicco al via ci saranno, Johannes Schweiggl di Cortaccia, Franz Hofer di Sarentino e l'atleta di Anterselva Hannes Pallhuber.

 

Fra le donne parte come favorita la britannica Sally Bigham, vincitrice della Dolomiti Superbike nel 2012 e nel 2013, lo scorso anno è stata anche vice campionessa mondiale. Le sue rivali saranno Borghild Løvseth, Campionessa di Norvegia e terza ai Campionati Europei e le vincitrici delle edizioni 2009 e 2008, la tedesca Katrin Schwing e l'italiana Elena Giacomuzzi.

Il tracciato quest'anno sarà percorso in senso antiorario. I vincitori sono attesi nella zona arrivo di Villabassa alle ore 9.30 (distanza corta) e alle ore 12 (distanza lunga).

 

Comunicato Stampa

05 luglio, 2014

KTM FAT RAT, ARRIVA IL "GIGANTE" MADE IN AUSTRIA

Il catalogo 2015 di KTM Bike Industries presenterà una grande novità per l'azienda austriaca di Mattighofen, sarà in vendita per la prima volta una Fat Bike, la mountain bike con le ruote "giganti". Il modello chiamato Fat Rat è stato presentato alla stampa europea all'inizio di luglio aWeissenbach, incantevole paese tra le montagne austriache di fronte al lago di Attersee. Il FatRat è un telaio da 26 pollici realizzato utilizzando l'alluminio 6061 e nella taglia 48, pesa 2.410 grammi.

 

 

FENOMENO DI MODA

 

Se fino a un paio d'anni fa, la produzione delle Fat Bike sembrava un discorso riservato a Salsa e Surly ultimamente questa tipologia di mountain bike sembra diventato di moda. In questo piccolo mercato di nicchia recentemente si sono presentati due colossi a "stelle e strisce" come  Specialized con la FatBoy e Trek con la Farly mentre a Riva del Garda Rocky Mountain aveva esposto laBlizzard e Felt la Frankly una versione e.bike con batterie Bosch.

 

In Italia Raceware quest'anno ha lanciato il marchio Kuroshiro mentre Torpado ha annunciato il probabile arrivo di un proprio modello di Fat Bike. All'inizio della stagione sui Monti Lessini è stata organizzata anche una gara (Vrost Contest) che apriva il circuito Lessinia Tour.

 

C'è anche da sottolineare che non sarà un caso se proprio quest'anno Rock Shox ha deciso di produrre una forcella (Bluto), specifica per questa tipologia di biciclette.

 

 

COSA SONO LE FAT BIKE

 

Tipologia di biciclette sviluppate negli Stati Uniti per gareggiare sulla neve o sulla sabbia. Hanno i pneumatici di dimensioni superiori ai 3 pollici. 



GOMME DA 4 POLLICI

 

 

KTM ha deciso di montare le gommeMission da 26 x 4.0 prodotte dalla taiwanese Vee Rubber. La dimensione di 4 pollici è quella massima consentita per un regolare scorrimento della ruota.

 

 

FORCELLA BLUTO - 80mm TRAVEL

 

 

E' stato deciso di adottare la nuovissima forcella Rock Shox Bluto, modello lanciato quest'anno dalla casa americana. E' stata scelta la versione con 80 mm di escursione.

 

MOZZO DA 170mm 

 

Sulle Fat Bike delle varie marche i produttori di solito scelgono tra i mozzi con battuta da 135, 170 e 190 mm. Thomas Pressl il responsabile sviluppo prodotti mtb presso KTM per la Fatrat ha scelto il mozzo con battuta da 170mm abbinato al perno passante da 12mm.

 

 

BB BSA

 

 

Il movimento centrale è un BSA che vista la tipologia di telaio, ha una larghezza "speciale" di 100 mm.

 

ATTACCO DISCHI

 

 

L'attacco dei dischi sia anteriore che posteriore è Post Mount. Sulla Fat Rat si possono montare dischi freno da 160 o 180 mm.

 

 

ALTRI DETTAGLI

 

 

I comandi sono gli SRAM X9, la guarnitura 2X10 è Truvativ, il deragliatore anteriore (direct mount) loShimano SLX e quello posteriore è l'XT. Il reggisella ha un diametro di 27,2 mm.

 

 

La scritta "Bike made in Austria"comparirà per la prima volta sulle bici KTM sui modelli della gamma 2015.

 

 

Serie sterzo conica 1,5'' 1 1/8, passaggio interno dei cavi.

 

 

KTM non si è accontentata della Fat Rat, ne ha presentati ben due, il secondo modello è la Macina Freeze, ossia la versione e-bike.

 

 

Ufficiosamente si parla di un prezzo di 1999,00 euro.

 

LE GEOMETRIE

 

Taglia3843485357
Lunghezza tubo sella380430480530570
Orizzontale lunghezza535550568588600
Angolo piantone73°73°73°73°73°
Angolo sterzo69°69°69°69°69°
Carro450450450450450
Interasse
11271148116811871196
Altezza forcella
471471471471471
Lunghezza tubo sterzo
120125137150160