21 dicembre, 2014

Accessori – La superpompa di Bontrager

Sostituisce il compressore, si chiama Flash Charger TLR. 

Una pompa a colonna, ma con la novita’ di riuscire a riempire un cilindro separato di aria a pressione, in modo da spararla con forza nelle coperture tubeless per riuscire a fare stallonare la gomma in un attimo, come accade usando il compressore. La vogliamo anche noi.
» www.bontrager.com/model/11881

16 dicembre, 2014

FAT BIKE

A Livigno la MTB diventa FAT BIKE!

Che cosa sono le Fat Bike? Delle bici dotate di maxi ruote (Fat in inglese significa âgrassoâ â con riferimento alle ruote â cerchi e gomme sono infatti più larghi) che vi permetteranno di pedalare in totale tranquillità su terreni e percorsi ricoperti dalla neve. 

Le Fat Bike vi portano dove le MTB non possono arrivare â nate nel 1989 per opera di un progetto di Simon Rakower, entrano nel 2014 tra le novità nel mondo degli sport action. Le caratteristiche principali come la sezione maggiorata e la bassa pressione degli pneumatici garantiscono massima aderenza e la possibilità di pedalare anche su superfici âsofficiâ come la neve.

A Livigno da quest'anno si potranno provare direttamente sulla pedonale battuta che si snoda per oltre 20 km lungo tutto il paese ed il divertimento su due ruote non ha più confini!

15 dicembre, 2014

FOCUS XC ITALY TEAM NEL 2015 VOLTERÀ PAGINA

Nel 2015 Focus XC Italy Team volterà pagina e dalle esperienze maturate, ha deciso di intraprendere una nuova strategia tesa ad un rinnovamento, puntando soprattutto sulle motivazioni, sulle ambizioni, sulla professionalità e sul carattere degli atleti.

 

Un volto al femminile per la formazione agonistica veronese che, nella disciplina olimpica del cross country, potrebbe portare la campionessa italiana under 23 Lisa Rabensteiner alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Scelte quasi obbligate con l'innesto della biondissima aostana Emilie Collomb già vice campionessa del mondo xco juniores 2013. Con l'esperienza maturata in campo internazionale, Emilie avrà il compito di affiancare e contribuire all'ulteriore crescita agonistica della compagna Lisa. Sulla stessa linea d'onda, il sorriso che conquista di Greta Seiwald, la Juniores decima all'ultimo mondiale di Hafjell/Lillehamer (Norvegia), che subentrerà nella categoria under 23 alle compagne di squadra nell'anno 2016, quando Emilie completerà il suo percorso nella stessa categoria e, Lisa transiterà nella categoria elite.

 

 

Se il progetto in chiave rosa vede l'alba sotto i migliori auspici, quello al maschile potrà maturare con l'under 23 Moreno Pellizzon, il goriziano di Mossa, vice campione italiano cross country e, con lo Juniores Stefano Freoni, veronese purosangue, nono all'ultimo campionato italiano. 

 

L'intento, poi, di sviluppare azioni di marketing in sinergia con la partnership intrapresa con i nuovi e vecchi brand internazionali, ha portato all'ingaggio dell'atleta elite Lorenza Menapace che porta un cospicuo bagaglio di esperienza soprattutto nelle gare marathon.

 

Comunicato Stampa

11 dicembre, 2014

SELLE SMP GLIDER, DYNAMIC E COMPOSIT: 3 MODELLI MA UN UNICO COMUNE DENOMINATORE, L’ERGONOMIA


SMP produce selle per ciclismo dal 1947, da sempre in Italia e da sempre ponendo la qualità e la ricerca tra i principali ingredienti dei propri prodotti. L'azienda che ha sede in provincia di Padova ci ha affidato per visione e prova tre dei suoi modelli più diffusi e adatti a tutte le esigenze. GliderDynamic e Composit.

 

 

Le selle Smp sono caratterizzate da un design unico e inconfondibile, il quale scopo è ben preciso: l'ergonomia e la perfetta integrazione del ciclista con la sella. I punti cardine che accomunano tutti i prodotti Smp sono principalmente quattro:

 

1. Il naso della sella: la caratteristica forma a "becco" è disegnata per fornire una base piatta per gli sforzi da seduto quando si affrontano lunghe salite e come aiuto nelle discese, offrendo un maggior controllo della bici con le cosce. Inoltre, la cosa più importante, i testicoli non vengono compressi verso l'alto.

 

2. Il canale centrale: di dimensioni fuori del comune tali da permettere ad ano, prostata, vene pudende, vena e arteria dorsale profonda del pene, scroto e testicoli, grandi e piccole labbra e clitoride, di non subire alcun schiacciamento.

 

 

3. la seduta del ciclista: il peso del corpo del ciclista è ripartito fra i glutei e la parte inferiore delle tuberosità ischiatiche. La posizione è favorita dal profilo posteriore sagomato in modo da evitare schiacciamenti del coccige su terreni sconnessi.

 

4. la lunghezza delle barre/telaio: permette a qualsiasi ciclista di trovare il corretto posizionamento in sella, rendendo l'installazione particolarmente semplice ed efficace su praticamente qualsiasi combinazione telaio/reggisella.

 

 

Tutti i modelli che abbiamo avuto modo di toccare sono inoltre caratterizzati da ottime rifiniture e materiali, vediamo sotto le principali differenze tra i tre:

 

 

COMPOSIT

 

Dimensioni 263x129mm, peso rilevato 207gr, utilizzo strada e Mtb per taglie biker xs-s-m.Composit presenta la stessa struttura e lo stesso design dei modelli Carbon di altissima gamma. Lo scafo in nylon 12 elastomerizzato e caricato con fibra di carbonio è rivestito in vera pelle nelle versioni di colore nero e Microfibra nelle versioni colorate. Trattandosi di un modello sprovvisto di imbottiture, Composit è particolarmente adatto per chi è abituato a pedalare su selle rigide e strette. Le caratteristiche brevettate di Selle SMP e cioè il canale centrale libero, l'originale nasello a becco d'aquila e l'innalzamento della porzione posteriore, danno a questi modelli un surplus di aerodinamicità. Indicata per le persone magre con bacino stretto.

 

 

Prezzo di listino 180,00 euro.

 

DYNAMIC

 

Dimensioni 274x138mm, peso rilevato 263gr, utilizzo strada e Mtb per taglie biker m-l-xl. Dynamic è la sella ideale sia per le attività sportive che per le pedalate nel tempo libero. Utilizza la struttura del modello Forma arricchito da una ridotta imbottitura . E' rivestita in Vera Pelle per le versioni di colore nero e Microfibra per le versioni colorate presenta caratteristiche "allround" ottimali ed è particolarmente adatta per i bacini dalla conformazione anatomica medio larga.

 

Dynamic è imbottita in elastomero espanso in corrispondenza dei punti di appoggio di tuberosità ischiatica e glutei. Le caratteristiche brevettate di Selle SMP quali il canale centrale completamente libero, l'originale nasello a becco d'aquila e l'innalzamento della porzione posteriore, conferiscono a questi modelli un interessante tocco di aerodinamicità. In virtù della sua imbottitura sottile è particolarmente adatta alle persone con bacino medio largo.

 

 

Prezzo di listino 180,00 euro.

 

 

GLIDER

Dimensioni 266x136mm, peso rilevato 268gr, utilizzo strada e Mtb per taglie biker m-l-xl. Il modello Glider è la sella ideale sia per le attività sportive che per le pedalate nel tempo libero. Utilizza la struttura del modello Composit combinata con una comoda ed abbondante imbottitura. E' rivestita in Vera Pelle per le versioni di colore nero e Microfibra per le versioni colorate Presenta caratteristiche "allround" ottimali, ed è particolarmente adatto per i bacini dalla conformazione anatomica nella media.

 

Il modello Glider è imbottito in elastomero nei punti di appoggio di tuberosità ischiatica e glutei. Le caratteristiche brevettate di SMP quali il canale centrale completamente libero, l'originale nasello a becco d'aquila e l'innalzamento della porzione posteriore, conferiscono a questi modelli un interessante tocco di aerodinamicità. In virtù della sua comoda imbottitura è particolarmente indicato per le persone con bacino medio largo e per le cicliste donne.

 

 

Prezzo di listino 180,00 euro.

 

 

 

Tra questi tre modelli a Pianetamountainbike abbiamo scelto di testare Composit, il più estremo dei tre e quello sulla carta più adatto alla conformazione fisica dell'utilizzatore.

 

L'istallazione è comoda in quanto i  binari lunghi riescono facilmente a far trovare il giusto arretramento. Particolare attenzione va prestata all'altezza di seduta, se si viene da una sella tradizionale è probabile vada abbassato il canotto in quanto Smp ha una distanza dal binario al piano di seduta ben pronunciata. L'inclinazione ideale è un parametro molto soggettivo, si trova solo dopo qualche seduta. Quello che consigliamo è di non allontanarsi troppo dal piano di bolla.

 

 

La particolare forma della sella SMP si avverte fin dai primi metri di pedalata, la sensazione è quella di stare seduti su due selle parallele, questo perché il peso appoggia bene sulle ossa ischiatiche lasciando la zona perineale completamente sospesa, ciò è di fondamentale importanza in quanto evita i fastidiosi (e a volte pericolosi) formicolii di questa delicata parte del corpo.

 

 

L'assenza di tali fastidi è emersa anche in uscite fuoristrada superiori alle due ore quando spesso un minimo formicolio perineale è facile percepirlo. Di contro, con il modello Composit che non presenta imbottitura, alla lunga è emerso un lieve indolenzimento osseo della parte che appoggia sulla sella. Per questo motivo, per un utilizzo su lunghe distanze sono preferibili modelli imbottiti come Dynamic o Glider.

 

 

Il catalogo delle selle Professional SMP è comunque vastissimo, oltre queste tre si possono trovare selle per tutte le esigenze. Non mancano modelli completamente in carbonio e leggerissimi che garantiscono sempre tutta l'ergonomia e il confort tipico del marchio.

 

Tutte le informazioni su: www.sellesmp.com

 

 

 


 - 
Stampa articolo  RSS  
Permanent Link Pianeta Mountainbike

Altri articoli di Pianeta Mountain Bike:

SPECIALIZED TOUPE' 2015: TESTATA LA NUOVA SELLA TOP DI GAMMA CHE USANO I PRO

08/05/2014: Dopo la presentazione a Milano dello scorso febbraio presso la SBCU (Specialized Bicycle Components University), Specialized Italia ci ha affidato la sella Toupé S-Works 2015 in test, essendo il modello top di gamma progettato per la strada 

SPECIALIZED HA PRESENTATO LA NUOVA SELLA S-WORKS TOUPE

28/02/2014: Specialized nei giorni scorsi a Milano in un meeting con la stampa italiana ha presentato la versione 2015 della S-Works Toupe ossia la sella al top della gamma strada, utilizzata dai team professionistici dell'Astana e dell'Omega Pharma- Quickstep.

SELLE SAN MARCO RIVOLUZIONA LA SELLA ASPIDE

01/08/2013: La Aspide nell'ultimo decennio è stata la sella più venduta della gamma Selle San Marco  ora però, lo staff di giovani ed appassionati tecnici che lavora a Rossano Veneto (VI), l'ha completamente riprogettata. La nuova Aspide è il risultato 

SELLE SAN MARCO CONCOR CARBON FX PROTEK: LA VERSIONE 2014 SI PRESENTA CON UNA FORMA INEDITA

06/08/2013: Selle San Marco con la Concor Carbon Fx Protek si presenta sul mercato 2014 degli appassionati dell'off road, con una sella ristilizzata nel design e con nuove colorazioni (bianco e nero).   Sviluppato in stretta collaborazione con i team 

BODY GEOMETRY FIT: IL CORRETTO POSIZIONAMENTO IN SELLA SECONDO SPECIALIZED

31/05/2013: Oggi vi spieghiamo che cosa è il Body Geometry Fit. Paola Pezzo a fine aprile si era recata a Milano, presso la sede della filiale italiana di Specialized, per ritirare la hardtail S-Works Fate Carbon e la multinazionale americana ha voluto 

Mountain Bike Planet News

07 dicembre, 2014

La barriera anticarri di Plamort


Nauders , Tirolo (Austria): un percorso altimetricamente facile utilizzando la cabinovia, ma molto remunerativo per il paesaggio e per qualche divertente passaggio tecnico su sentiero. 

L’itinerario si svolge per meta’ in territorio austriaco e per meta’ in quello italiano: consente di visitare una delle piu’ strane e insolite opere italiane approntate (nel 1938) a difesa del confine con l’Austria e utilizza per la salita la cabinovia Bergkastelbahn, con la quale si possono risparmiare 755 metri circa di dislivello. Chi desiderasse, puo’ comunque effettuare questa salita in sella percorrendo una strada dal fondo sterrato che si stacca poco piu’ a sud della stazione della cabinovia e che, essendo lunga 6.6 chilometri, presenta una pendenza media dell’11.4 per cento. Nauders, punto di partenza del percorso, e’ facilmente e velocemente raggiungibile dall’Italia risalendo per intero la Val Venosta da Merano fino al Passo di Resia e proseguendo poi sulla principale in territorio austriaco per circa 5 chilometri.Prendiamo il via con la mountain bike dal centro del paese, dove sorge il Bauernhof Wolf e da dove imbocchiamo la Alte Strasse in direzione sud…

Potete leggere l’itinerario con le tracce gps sul numero di dicembre di Mountain Bike World, in edicola oppure su tablet e smartphone Apple e Android.

» http://www.nauders.com
» Lapp di MBW per dispositivi Apple iOS
» Lapp di MBW per dispositivi Android


02 dicembre, 2014

BMC Trailfox TF01 29

 Una delle pochissime full 29er con 150 millimetridi corsa alle ruote: il telaio in carbonio e’ realizzato in Svizzera e lo schema geometrico proprietario APS funziona con un fulcro virtuale. 

Questo marchio svizzero e’ relativamente giovane, rispetto a molte altre aziende produttrici di biciclette: nasce infatti nel 1994 a Grenchen, nel Canton Soletta, ed e’ quindi poco piu’ che ventenne. Nella sua sede si trovano l’impianto per la produzione di carbonio e il recentissimo centro di ricerca e sviluppo Impec Advanced R&D Lab. Il composito e’ tutto fatto in casa, dunque. Dai laboratori BMC sono uscite durante questi anni biciclette molto sofisticate soprattutto per quel che riguarda la corsa strada, come la Impec pedalata fino a poche settimane fa da Cadel Evans, che si e’ appena ritirato, con le sue particolari ed evidenti congiunzioni in composito e tubazioni dall’altrettanto evidente trama delle fibre composite; ne e’ stata realizzata anche una versione speciale per la Lamborghini, dall’esorbitante costo di 25.000 euro… Sempre per rimanere nel settore automobilistico, e’ da sottolineare la presentazione all’ultima Eurobike di una concept bike: la BMC e’ una delle poche aziende che studia (e mostra) anche simili prodotti, cosa molto comune per un salone automobilistico ma meno per noi appassionati del mondo a due ruote. Si trattava di una bici realizzata proprio per festeggiare l’inaugurazione del laboratorio di ricerca e sviluppo, si chiama Impec Concept ed e’ una prefigurazione da qui a 5-7 anni del possibile aspetto e dello sviluppo tecnologico di una bici da cronometro, con trasmissione interna, freni a disco e forcella monobraccio. Da non dimenticare che BMC ha alla sua corte atleti di grande calibro, come l’ex mountain biker e Campione del Mondo su strada Cadel Evans e Julien Absalon, Campione del Mondo cross country anche nel 2014 appena concluso. L’offerta attuale di mountain bike BMC e’ strutturata in quattro serie, denominate dalla casa elvetica crosscountry, trail, allmountain e sport. La Trailfox TF01 che abbiamo testato e che vedete in queste pagine appartiene alla categoria allmountain ed e’ una 29er da 150 millimetri di escursione, una delle pochissime full sul mercato a spingersi a cosi’ elevate escursioni con le ruote di grande diametro, insieme alla Specialized Enduro (telaio in carbonio e 155 millimetri di travel) e alla Niner WFO 9 (alluminio e 150 millimetri alle ruote). Le altre mountain bike in catalogo sono le cross country Teamelite (hardtail) e la full suspension Fourstroke (100 mm), la nuovissima full Speedfox da trail biking, con 130 millimetri di travel. Escludendo le bici della serie sport, piu’ economiche, le mountain bike di BMC sono tutte 29er e al momento non esiste nessun modello con ruote da 27 pollici e mezzo. 

IL TELAIO
La BMC Trailfox TF01 che abbiamo provato ha un bel telaio realizzato totalmente in carbonio ed e’ perfettamente riconoscibile come prodotto della casa svizzera per via del suo disegno inconfondibile, con molte linee tese e spigoli insieme a una decisa assenza di linee curve e raccordate, e per la colorazione nera e rossa e il grande logo bianco perfettamente visibile sul down tube, secondo lo schema grafico battezzato Team Red. Per fare un esempio, anche il down tube, che segue un disegno sempre piu’ frequentemente adottato da molti costruttori (con due cambi di direzione alle estremita’, verso il tubo di sterzo e verso la scatola del movimento centrale), lo fa non raccordando il tutto con morbide curve ma con veri e propri spigoli…

Potete leggere il test della BMC Trailfox TF01 29 sul numero di dicembre di Mountain Bike World, in edicola oppure su tablet e smartphone Apple e Android.

 
» http://www.bmc-switzerland.com/it-it  
» Lapp di MBW per dispositivi Apple iOS  
» Lapp di MBW per dispositivi Android  

24 novembre, 2014

ARRIVANO I MEDIA DAYS

In programma dal 30 giugno al 2 luglio in Austria. 

Sempre piu’ complicata (o meno?) la situazione delle fiere e delle presentazioni dei nuovi prodotti. Dopo l’annuncio del nuovo CosmoBike Show, in programma a Verona una settimana prima della Expobici di settembre, dopo le voci di una possibile sostituzione di Monaco, Colonia, Francoforte o un’altra citta’ tedesca a Friedrichshafen, ecco arrivare i Media Days a Kirchberg, nel Tirolo austriaco, da 30 giugno al 2 luglio 2015. Li organizza Eurobike, sono destinati ai giornalisti europei e non, seguono l’esempio dei Bike Press Camp che si tengono negli Stati Uniti a gennaio (invernale) e giugno (estivo). In pratica, Eurobike cerchera’ di riunire in un’unica localita’ i vari press meeting che si svolgono nel Vecchio Continente proprio tra giugno e luglio, organizzati dai marchi piu’ importanti di bici e componenti. Il luogo e’ magnifico, ve lo assicuriamo: bisogna adesso vedere come si muoveranno le aziende, ma l’occasione e’ ghiotta.
 
» http://www.eurobike-mediadays.de  
» http://www.eurobike-show.com  
» http://www.bikepresscamp.com  

17 novembre, 2014

LA GRAN FONDO TRE VALLI RITORNA IL 22 MARZO 2015



La Gran fondo "Tre Valli" di Tregnago (Verona) ritorna puntuale e lo fa nel migliore dei modi. Un sito completamente rinnovato e soprattutto un "countdown" che scandisce - inesorabilmente - quanti giorni mancano all'apertura ufficiale delle iscrizioni prevista per lunedì - primo dicembre 2014 - alle ore 21.00.


Quindici sono le edizioni già disputate della più partecipata e blasonata "granfondo" a livello nazionale, ma tante saranno le sorprese che caratterizzeranno quella targata 2015. Ad iniziare dall'innovativo sistema di prenotazione delle griglie per il quale sarà determinante il momento di completamento dell'iscrizione. 

Perciò, rimanete "sintonizzati sulle frequenze veronesi" di Tregnago e soprattutto su www.granfondotrevalli.com ... e ricordatevi che l'emozione di un grande evento è quasi tutta nella sua attesa.

La "Tre Valli", una "race" unica e irripetibile oramai diventata "leggenda", vi aspetta domenica 22 marzo 2015.

A brevissimo altri aggiornamenti.